Non è per me

Ti ho visto, ogni giorno, anche mentre dormivo, con gli occhi chiusi, anche adesso, eppure sto sveglio …

Ti ho visto, come mi accompagni, per tutta la vita …

Ti ho visto vestita da sposa … già mentre ti cambiavi il vestito …

Una cosa proibita, vedere la sposa mentre si cambia, la sposa finita, una sposa finta …

Era per una foto … soltanto …

Per un ristorante, che ti ho comprato …

Perche ti piaceva a stare in mezzo a la gente, fuori di casa …

Per un fioraio, anche …

Perche ti piacevano i fiori, ho esagerato …

Ti ho visto vestita da sposa, in bianco … non eri mia … era per una foto, soltanto …

Una foto l`ho fatta anch’io, mentre ti cambiavi …

di nascosto, anche se mi vedevi …

Mentre ti guardavo, ho salvato la scena, come ti metti quel vestito in bianco, sexy dessous di sotto, il tuo sguardo …

Soltanto per la foto, avrei comprato il mondo …

per dire che sei mia, avrei dato via tutto …

Pensavo che arrivi il giorno, che ti vesti in bianco,di nuovo, ma per me, soltanto …

Solo per me … nient’altro …

Mi resta soltanto la foto, che non guardo …

Mi resta il ricordo, soltanto …

Di te in bianco, un ricordo che non sopporto …

Sei sparita, come tutto, tutto quanto …

Solo un ricordo, che non voglio …

Come un foglio, come il vestito, tutto bianco …

forse l`avrei soltanto sporcato, di nero, d`inchiostro …

anche soltanto scrivendo “Ti amo!” … parola nera sul bianco …

è rimasto soltanto il ricordo, che non voglio, che non ho pagato …

Non l`avrei mai comprato, questo ricordo …

Tu in bianco, per la foto … soltanto …

Vincenzo Dei Leoni

Advertisements

4 Kommentare zu “Non è per me

  1. Non sei italiano?
    Gli italiani sono molto attaccati alla lingua, ma è un bene: leggere un testo corretto è più piacevole.
    Comunque lo sforzo di scrivere in un’altra lingua è ammirevole. Tieni solo conto che anche la grammatica è molto importante 🙂

    Gefällt mir

  2. Una mia piccola riflessione. Ho preso ispirazione da quello che hai scritto qui e ho notato che più volte usi la parola „comprare“. Si possono comprare oggetti e vari beni materiali, ma i sentimenti, inutile dire, non hanno prezzo. A volte pensiamo di poter rimediare usando il denaro. Penso ai genitori che si sentono in colpa per il poco tempo trascorso con i filgi e per questo motivo fanno dei bei regali costosi. Oppure penso alle relazioni sentimentali, in cui uno dei due è impegnato con il lavoro o altro e per rimendiare alle assenze regala gioielli o una bella cena o cose di questo tipo. Alcune volte qualche momento passato insieme a fare due chiacchiere, un pranzo in compagnia o una passeggiata hanno più valore di quanto ne possa contenere una carta di credito o un conto bancario.

    Gefällt 3 Personen

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s