Non è per te

Vorrei scrivere un grazie a tutti … che mi avete mandato un messaggio per il compleanno … con delle bellissime parole, delle immagini con le torte e frasi tipo `una bellissima giornata con i tuoi` … grazie per il pensiero, anche se era soltanto un attimo, un paio di secondi della vostra giornata per mandarmi parole di buon compleanno, solo che se vi scrivo di più, vi deluderò … vi tolgo ogni sorriso … per ciò qui scrivo soltanto grazie, grazie di cuore a tutti che mi hanno scritto … strano, chi non mi conosce, mi scrive … quelli che mi conoscono, quelli che si chiamano amici, cugini, da quando è successo tutto, nessuno mi scrive … solo lei mi ha scritto … la mia vita che ho perso scrivendo … ma di scrivere non smetto, anche se lo faccio sempre di segreto … tanto per scrivere, lo scrivo qua, senza che ce la possibilità che Lei lo legga, a parte che non parla neanche l`italiano … chiamatelo una piccola lettera alla mia ex … chiamatelo un piccolo regalo che vi delude … a chi vuole, adesso può smettere di leggere, gli auguri sono passati, grazie l`ho detto … vorrei soltanto scrivere una risposta anche a lei, già che mi ha scritto … solo che non posso, non serve a nulla, se lei adesso ride, sta felice, resto lontano, non mi avvicino … non scrivo neanche grazie, neanche una parole, neanche un puntino, che in quel caso sarebbe una lacrima, oppure tre … Ok, a te … forse l´amore della mia vita, forse … tu dici di no, ma io ci credevo … purtroppo non ha funzionato, hai detto, e ancora non capisco perche, uno di quelli tanti punti interrogativi della vita … non capisco perche mi scrivi … perche mi auguri buon compleanno da parte tua e di Diva (Diva era il nostro cagnolino barboncino toy che gli avevo regalato, l`abbiamo cresciuta insieme, solo per spiegare almeno qualcosa) … vorrei scrivere soltanto a Diva, ma purtroppo non sa leggere, e non penso che tu gli lo leggi … spero che Diva mi ha dimenticato già, giocando nel giardino … non come tu che mi scrivi e io non posso neanche rispondere … lo scrivo di nascosto e poi lo faccio leggere ad un casino di persone, con la speranza che arriva qualche critica come messaggio, qualche consiglio dove sbaglio a scrivere, qualche reazione … perche lo faccio, non lo so, ormai sto solo … intanto la versione che pubblico, insomma, non scrivo tutto, cancello tante cose, cerco a non mettere emozione, a non scrivere troppo … non come ciò che hai letto tu e ancora oggi mi chiedo le stesse cose … perche ti ho fatto leggere? Perche ho scritto e te lo fatto vedere? … scrivendo, forse scrivendo ti ho perso, forse scrivendo di nascosto … forse, se lo dicevo prima, ti avrei persa anche prima … tu non sapevi niente … per sei anni uno di tanti, tanti di quelli segreti … tante di quelle storie mai dette, tante delusioni, tantissime cose scritti di notte mentre dormivi, tante volte scrivevo a te, le cose che ti volevo dire … avvolte anche con il cellulare nel letto, per non alzarmi, per non svegliarti … mentre ti guardavo, ti scrivevo, come eri bella mentre dormivi, come respiri, come ti muovi anche dormendo, lo sapevo, eri troppo per me … un desiderio, un sogno … cerco a immaginare come se fossi veramente un sogno … come se non ci fosse mai stato neanche un giorno di quelli sei anni, ormai persi, persi sperando … sperando che eri mia, sperando che resti, mi accompagni per sempre … sperando che mi stai vicino, magari adesso … magari se possiamo scrivere soltanto, anche che ti ho perso … mi fidavo di te, soltanto … ti ho fatto leggere delle cose, che ormai ho cancellato di nuovo, purtroppo non dimenticato, non si cancella … ancora mi ricordo il giorno che te lo detto, che scrivo, dove ti ho fatto leggere la prima volta … “Scusa, io vado a letto”, e piangendo andavi … scusa se te lo detto … se ti ho fatto piangere … ancora penso che cosa sarebbe successo se non te lo avrei mai detto, se fosse rimasto mio segreto … se non li sapevi, queste storie che hai letto … che sarebbe successo se ti avrei scritto altre cose, soltanto parole di amore scelte solo per te … forse non mi avresti lasciato tre settimane dopo … il tuo sorriso era sparito … ti vedevo sempre ridere, non più adesso … non dopo che mi hai letto … aveva cambiato il modo come mi guardi … mi chiedevo, adesso cosa vedi … adesso eri tu che non mi parlava, che non sapeva che dire, come sopportare … credimi, sono capace a scrivere un milione di volte ti amo su centomila pagine … e ancora non mi sarei neanche spiegato, sarebbe soltanto l`intro … le parole d`amore che ho scritto a te, scusa, li ho cancellati, bruciati … non volevo che lo leggi, come adesso, che ancora ti amo, è un segreto … se ti scrivo adesso, sarebbe da egoista … perche caricarti i miei pensieri, i miei problemi … volevi che vado, sparisco … non ti dico che tu eri la mia vita, non ti dico come mi manchi, come vorrei tanto che vieni, che rimani … non ti dico che lasciando te, ho lasciato la mia speranza … non ti dico che tu eri la mia salvezza … non ti dico, come mi hai calmato, che non sono solo parole, avevo bisogno di te, forse ancora … non ti dico cosa ho fatto tutto soltanto per te, cambiando la mia vita … rischiandola ancora oggi, ancora più di prima … non ti dico che non mi importa più niente, della mia vita … ormai l`ho persa, scelta sbagliata … non ti dico che ho lasciato la Germania, per venire in Italia … non ti posso dire che mi hanno arrestato tre giorni dopo l`arrivo … non ti posso neanche dire che il giorno del processo, è una data che per noi due era importante, un giorno che già una volta, mi ha girato la vita, è tu mi hai accompagnata … questa volta vado solo, non mi accompagni, anche se mi chiederesti, ti direi di no, sparisci … evita mi, come fanno tutti … non ti posso dire quanto avrei bisogno di parlarti, ma non posso … sinceramente vorrei soltanto appoggiarmi, senza dire niente … come al solito … non dico niente … non ti posso scrivere, non ce niente da spiegare … anche che ti scrivo un romanzo, sarebbe uno senza happy end, uno che forse a la fine ce uno che si spara, sparisce veramente … non ti lascerà con un sorriso, non con la voglia di continuare a leggere … andresti a letto piangendo, di nuovo … non ti scrivo niente … neanche un puntino … neanche per favore cambia la tua foto di profilo, perche su la foto stai qui, sopra casa mia, sopra il trullo … per favore cancella la foto … per favore scendi dal trullo … io qua dentro scrivo, io qua dentro ci vivo … sparisci … non voglio pensare che stavi anche tu … non voglio scrivere cancella tutto, sono passati mesi … per favore dimenticami … per favore, facciamo finta che era un sogno … per favore, svegliamoci, tu di la, io di qua … soli, divisi … fami credere che eri soltanto una ragazza che ho visto la mattina, una che ho solo guardata un secondo … fammi credere che ho presso la decisione giusta a non parlarti, ad evitarti quella mattina … fammi credere che la storia nostra, era un sogno … che non era reale, che non ci siamo mai conosciuti … per favore, esci dalla mia vita … per favore, non aspettare che ti scrivo, neanche una parola, neanche un puntino … per favore dimentica tutto … per favore, sono sparito … per favore, come dici tu, è finito …

Vincenzo Dei Leoni

Advertisements

7 Kommentare zu “Non è per te

  1. Auguri Vincenzo, comunque sia il tuo stato d’animo, anche se la tua ferita è profonda e sembra indelebile, la vita, quel miracolo che si manifesta giorno dopo giorno, che è nel nostro Essere, si augura sempre e comunque.
    Hai persone che ti leggono nel profondo, attraverso l’eco delle tue parole, altre che non si curano di te, poi resti stupito per un messaggio inaspettato, che rigira il coltello nella piaga, anche se diverse erano le intenzioni.
    Hai sognato, hai costruito l’immagine della felicità, ma accade che la realtà demolisca tutto, che quel sogno era come un onda infranta negli scogli.
    Sei tu che ti devi rialzare, che devi scrutare il cielo e riprendere il viaggio.
    Non farti condizionare da cosa possano pensare gli altri, se saranno delusi, cosa si aspettano da te.
    L’unica cosa che tu puoi are è riempire gli spazi bianchi di questi fogli da scrivere, sussurrando le tue parole, se vuoi,
    oppure urlando forte nel vento tutto il tuo dolore.
    E‘ molto importante essere grati per quel che si è vissuto
    anche se perduto, che pensare che fingendo di dimenticare non si è vissuto mai.
    Lascia andare quel che è stato, apri la mano, non lo trattenere e sarai pronto per liberarti da ogni peso.
    Sarai libero!

    Gefällt 2 Personen

  2. Alles Gute zum Geburtstag! (anche se in ritardo…)
    Difficile dirti qualcosa… Non ti conosco e non so come ci si sente a provare quello che stai passando.
    Forse la cosa più importante è andare avanti, alzarsi, alzare la testa, guardare avanti e sorridere…
    Questo periodaccio passerà e tu ne uscirai più forte di prima.
    Un abbraccio, Daciana

    Gefällt 1 Person

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s