Urto la sensibilità

Eccomi tornato, assolto, incazzato e sempre da evitare.

Si, lo so, dovrei spiegare, ma non qui e non ora

Adesso vorrei soltanto mettere fuoco a questa storia,

alla mia vita, il passato e tutto che sta intorno.

Scrivo due, tre cose tanto per sfogare …

Mi vogliono chiuso, mi vogliono lontano,

come mi disse un parente forse meglio se vado in Australia.

Come mi disse mia zia, “Tu per noi non esisti!”

Come mi disse un amico, “Forse meglio se ti spari!”

Come dicono tutti, “Forse meglio se sparisci!”

Tutto il paese si piscia appena mi vede,

iniziano a tremare se sentono il mio nome

E vi dico una cosa, avete ragione!

Non sono la pecora nera in questa famiglia,

io sono quel Lupo che ti osserva e aspetta

quello che sta nel oscuro e aspetta,

aspetto il momento che mi guardi dritto negli occhi.

Hai paura dal lupo nero? Allora ti sbrano e ti tolgo la vita,

metto fuoco alla tua casa e faccio festa con tua moglie e tua sorella!

Cattivo, cattivo, cazzo che cattivo …

Un mito, un mostro, la bestia in persona,

Dolce e tenero soltanto con la Donna

Ma non fatevi illusioni, soltanto se si scopa

Si, lo so, sono stronzo e da evitare, bla bla tutte cazzate …

Cattivo, cattivo, cazzo che tipo …

Vincenzo Dei Leoni

Advertisements

2 Kommentare zu “Urto la sensibilità

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s