La notte

Sono sveglio e non voglio dormire
Non voglio svegliarmi, far passare un giorno
la notte, poi l`alba, un giorno passato
Vorrei impedire al Sole di salire
Solo per scrivere altre mille parole
Per scrivere su un foglio e poi mettere fuoco
La luce, le fiamme, il buio ritorna
Le stelle, la luna, pian piano sparisce
La luna, amica, dai resta vicino
Mi ascolti in silenzio senza dire una parola
Seduto sul tetto ti racconto di tutto
Di bello, di brutto e mai un giudizio
Parlare con la luna è come bruciare il scritto
Il giorno sparisce e poi torna pulito
Come scrivere su un foglio seduto su gli scogli
Strapparlo a pezzi e buttarlo nel mare
Parole inutili che fanno solo male
Meglio bruciarli, darli a le fiamme
Il fuoco che brucia vive di parole
Le fiamme danzando su i miei sentimenti
Divertiti diavolo, ti vengo a trovare
La notte, nel buio, sono io a parlare
Il giorno, silenzio, sono io ad aspettare
Il giorno, il Sole, ora devo andare …

Vincenzo Dei Leoni

Advertisements

3 Kommentare zu “La notte

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s