Scusa Dio

Devo scrivere una cosa, un avviso, una confessione … stavo a letto pensando a qualcosa, qualcosa però mi dava fastidio, come una pietra sul petto, sopra il cuore … conoscevo questo sentimento, mi succede spesso, per non dire sempre … era la croce, il crocifisso … questa volta colpa di mio padre,  che mi voleva regalare per forza una croce, come se fossi un santo, un angelo, non lo sono … lui a Dio ci crede, io invece, non lo so, qualcosa c`è, qualcuno ascolta … qualcuno si diverte, ancora … è strano … mi sono tolto la catenina con questa croce, nel buio avendola fra le mani, pensavo a Dio e subito a mia nonna, che per me sta seduta vicino a Dio … iniziavo a pensare come se ci stesse parlando con lei, con mia Nonna … chiamatelo pregare, se si può chiamare così … con delle lacrime le dicevo che mi sento come se devo andare in chiesa, chiedere scusa, non solo per ciò che ho fatto, per ciò che farò, per ciò che scrivo, per ciò che ho scritto … mia Nonna disse dillo, ma dillo a lui … sempre con delle lacrime, più di prima, a Dio, da tantissimi anni che non ti rivolgo la parola, adesso solo un “mi dispiace, non ti piacerà ciò che scrivo su di te, Gente di casa tua, gente che dice che ti ama, e lavora per te … parole brutte, minacce … si, me la prendo anche con te, con la tua casa su questa terra e la gente che dice che ti rappresenta … non ti piace, sono sicuro e mi dispiace ma lo devo scrivere … non con l`intenzione di rovinare la presenza della tua casa su questa terra, non per cambiarla, non me ne frega niente della tua casa … quando ho bisogno, parlo con mia Nonna, a volte bisbigliando, a volte solo pensando … lo so che te lo dice, che a lei ascolti, lo so che mi sentite … qualcuno ascolta … deve essere cosi … Già che ti scrivo, vuol dire che credo, che chi sa perché, ti chiami Dio … Scusa … in anticipo … scusa per il modo mio … Scusa che ti nomino, che ti dico “Addio …”  Scusa che non vengo in Chiesa, che non lo dico a qualche prete, che lo dico a mia nonna, sperando che te lo dica, sapendo che se lo dico a te, ti giri, non mi senti, non mi ascolti … lo pubblico qui, in Rete, Online … Se ci sei sempre, già mi hai sentito mentre lo scrivevo, vedevi anche questa volta le lacrime scendendo, togliendomi la vista di ciò che scrivo per un secondo, aspetto, respiro profondo … continuo … sicuramente come al solito, come sempre, neanche guardi … forse c`è qualche prete online qui in rete che lo legge, che mi sente … che te lo comunica, che te lo manda, forse per email, forse con una preghiera … Forse mi risponde qui, mi manda un consiglio, delle preghiere, mi manda un Vaffanculo, poi si vede … Se vado in Chiesa cosa mi risponderà un prete? … Trentamila preghiere e impara la Bibbia a memoria? … Scusa … già inizio … Mi dispiace per ciò che ho scritto, per ciò che scrivo … a chi non piace, a chi è delicato, per favore, che non lo legge … Scusate tutti per averlo pubblicato … Solo un avviso, una cosa mia scritta a Dio …

Vincenzo Dei Leoni

Advertisements

4 Kommentare zu “Scusa Dio

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s