la mia arma

Scrivere senza saper come fare … vivere come fosse sempre armato … una spada che ferisce senza sapere, senza accorgersene, soltanto passando, strisciando, sfiorando … Scrivere è come sognare … Scrivere è come giurare … Ho giurato a me stesso, un’arma in mano, non la prenderò più, di fare male à qualcuno, non lo faro mai più … la mia arma, la mia spada, la mia mente, le mie parole … Vorrei scrivere, tanto, troppo … scrivere in nero su un foglio … su un foglio bianco … si può riempire con delle belle parole, con dolci pensieri su le donne … si possono scrivere i nomi dei fiori, costellazioni di stelle, descrivere il colore del cielo, il sole che scende, che si perde nel mare … scrivere parole, anche se si parla di colore, è nera la parola … il bianco sparisce … il nero lo copre … parole su parole … ne ho scritte troppe … dolore, scrivo anche questo … di sopportarlo, va bene, se devo, resisto … ma che lo porto … no … l`ho giurato a me stesso … zitto, devo stare muto, fermo, senza parlare, senza scrivere, senza sognare … per non portare dolore, devo smettere di respirare … ma neanche questo posso fare, non posso lasciare senza spiegare … se vai cosi da oggi a domani, porti dolore a chi ami … a chi ti ama … ma anche spiegare, parlare non va … quindi lascio stare … ho giurato a me stesso, una arma in mano, non la prenderò più … di fare male a qualcuno non lo farro più … scrivo, scrivo e scrivo, il resto lo lascio stare … il foglio diventa nero, parole su parole fin che non si copre tutto di nero, sparisce il bianco … se potrei scrivere, anche su i muri lo farei, su le case, su le nuvole, oscurare il cielo di parole, pensieri liberi scelti per caso, sognati, creati, frasi mischiati di tutte le lingue per far diventare nero l`intero mondo per poi chiedere il sole di mettere fuoco, di buttarci delle stelle per cancellare tutto, pulire … con il fuoco le parole brutte sul foglio bianco spariscono, il problema che diventa sempre nero … dovrei chiedere a qualcuno come fare, come sopportare questo casino di parole nella mente, questa matita che scrive in nero … se pure le parole scritte portano dolore, preferisco scriverlo, non dirlo, scrivo senza che nessuno ascolta, vivo … anche con il rischio di ferire qualcuno, anche soltanto passando, sfiorando … mi dispiace, non era l`intenzione  … camino con la spada, scrivo parole … non resisto … vivere senza un arma non posso, preferisco scrivere, vivere, sognare … che senso ha … discussione senza fine … infinito … le parole … tutte nere … inizio a credere che fosse un colore … ho giurato a me stesso e mi sono chiesto … se è nero, cancellato … per chi ho giurato? … è valido ò non ha senso?
Vincenzo Dei Leoni

Advertisements

9 Kommentare zu “la mia arma

  1. la più grande possibilità che possiede l’essere umano è la comunicazione, in ogni sua forma, rispettarla ogni volta che si sente il bisogno di donarla al prossimo è sempre un azione positiva…

    Gefällt 1 Person

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s